Lavorare in Francia: un diritto per i cittadini italiani

Ogni cittadino europeo ha il diritto di lavorare — per un datore di lavoro o come lavoratore autonomo — in qualsiasi paese dell’Unione Europea, senza bisogno di un permesso di lavoro. Il cittadino europeo che lavora in un altro paese dell’Unione Europea, cosi come  la sua famiglia, hanno diritto a ricevere lo stesso trattamento riservato ai cittadini del paese in questione (principio di parità di trattamento). 

Queste regole si applicano quindi al cittadino italiano interessato a lavorare in Francia.

In fase di ricerca di lavoro

Il cittadino europeo ha accesso ai servizi pubblici per l'impiego del paese ospitante e ha diritto alla stessa assistenza riservata ai cittadini di quel paese.

In Francia, l’Agenzia nazionale per l’impiego si chiama “Pôle Emploi”. La missione principale di questa Agenzia è di garantire l’inserimento al lavoro delle persone disoccupate e inoccupate e, contemporaneamente, di rispondere ai fabbisogni di personale delle imprese.

Sul luogo di lavoro

Il cittadino europeo ha diritto allo stesso trattamento riservato ai colleghi cittadini del paese ospitante (retribuzione e condizioni di lavoro; salute e sicurezza sul lavoro; accesso alla formazione; regole relative al licenziamento; iscrizione ad un sindacato, …)

Comments are closed.